Mimicria sessuale – #SelezioneSessuale


Negli animali sociali dove esistono maschi dominanti e maschi subordinati, le possibilità di copula sono estremamente rare, o addirittura assenti, per i secondi.  Esiste però un comportamento molto particolare che questi maschi possono mettere in atto, e viene chiamato mimicria sessuale, indicando la capacità di questi maschi di assumere caratteristiche del sesso opposto (tipicamente la livrea, il comportamento o alcuni segnali chimici). In questo modo, il maschio camuffato da femmina può entrare nel territorio di un maschio dominante e ottenere subdolamente, e di nascosto, copule con le femmine.

pesce persico maschio femmina

Dimorfismo sessuale nel pesce persico americano (Lepomis auritus). Immagine via Florida Fish Farms, Inc.

Nel pesce persico (Lepomis auritus) esiste una spiccata differenza di livrea tra il maschio (più scuro) e la femmina (più chiara). Il maschio di questa specie prepara un nido sul fondale marino avvicinando alcuni sassi e piccole pietre. Quando una o più femmine gravide deciderà di concedere le proprie uova a quel maschio, le potrà depositare in quel nido e il maschio potrà depositarvi sopra il proprio sperma (nei pesci la fecondazione è esterna, nda).

Da questo momento, il maschio opererà una rigida strategia di controllo territoriale su quelle uova, investendo tempo ed energie per sorvegliarle. Permetterà di avvicinarsi solo a femmine gravide che vorranno depositare le loro uova nel suo nido e che successivamente verranno nuovamente fecondate dal suo sperma.

Alcuni maschi, però, sono in grado di modificare la propria livrea al fine di avvicinarsi indisturbati al nido di un maschio spacciandosi per femmine gravide, ma per depositare, in realtà, il proprio sperma sulle uova di qualche altra femmina. Il vantaggio di questo maschio è duplice: innanzitutto non ha dovuto costruire un nido con cui persuadere le femmine a deporre le loro uova, e successivamente non dovrà sorvegliare le uova fecondate.

iena femmina savana

Un esemplare di iena maculata (Crocuta crocuta).

Il fenomeno della mimicria sessuale avviene, in casi più rari, anche nel senso opposto. Nella iena maculata (Crocuta crocuta), le femmine hanno l’apparato genitale modificato e che assomiglia molto a quello maschile. Presentano infatti una clitoride molto sviluppata e peniforme, sotto la quale è posizionato un falso scroto. Questo fenomeno consente alle femmine di iena di salvaguardarsi da copule indesiderate, e permette di competere (spacciandosi per maschi) nelle lotte rituali per la determinazione dei ranghi sociale all’interno del branco. È stato riscontrato infatti che la maggior parte dei gruppi di iene è capeggiato da femmine, che presentano però genitali identici a quelli maschili.

 


Questo articolo fa parte di una serie dedicata alla Selezione Sessuale. Qui puoi trovare l’indice di tutti gli articoli.


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *