Selezione sessuale


Oltre alla ben più famosa selezione naturale, ne “L’origine delle specieCharles Darwin descrive anche un altro fenomeno selettivo quasi opposto, ossia la selezione sessuale. Questo contrasto apparente deriva dal fatto che la riproduzione sessuale e i caratteri sessuali secondari (non legati direttamente agli organi genitali), sono spesso costosi a livello biologico. Eppure, la selezione sessuale, è un meccanismo saldamente fissato nel corso del processo evolutivo.

 

Il sesso costa

 

«Il piacere è temporaneo, la posizione grottesca e il dispendio enorme.» 

Philip Stanhope, IV conte di Chesterfield

 

Su costi, vantaggi e svantaggi del sesso abbiamo già parlato in questo articolo e la conclusione fu che tutto sommato, la riproduzione sessuata risulta essere più vantaggiosa di quella asessuata (tipica di organismi semplici, come i batteri). Ed è proprio all’interno della riproduzione sessuata che si manifesta l’azione della selezione sessuale.

 

L’azione selettiva

Sono state date differenti definizioni alla selezione sessuale, ma i punti comuni ruotano attorno al fatto che si tratta di una pressione selettiva all’interno di una popolazione e i punti chiave su cui si fonda sono principalmente:

  • competizione per le opportunità di accoppiamento
  • scelta selettiva del partner

Il primo punto riguarda generalmente i maschi in competizione tra loro per conquistare una femmina da poter fecondare, garantendosi così che i propri geni siano trasmessi alla generazione successiva. Il secondo invece riguarda principalmente le femmine impegnate nella scelta del partner. Le femmine di una qualsiasi specie non possono aumentare il loro successo riproduttivo (inteso come numero di prole in grado di generare) semplicemente aumentando il numero di partner, in quanto esse generano solo poche, grandi cellule uovo per volta, e finché la prole non è nata, non sono possibili altre copule. I maschi, a differenza, se ne avessero la possibilità, potrebbero potenzialmente riprodursi infinite volte con un infinito numero di partner e in ogni momento.

Per utilizzare un’espressione inglese, l’intera selezione sessuale si può riassumere come: sperm competition vs genes shopping. Nel primo caso, l’espressione è riferita al fatto che i maschi possono aumentare il loro successo riproduttivo (fitness) aumentando il numero di copule. L’espressione “genes shopping” (shopping di geni) allude invece al fatto che nella maggioranza delle specie animali, la femmina può scegliere il maschio a cui concedersi e lo sceglie in base a precise caratteristiche, corrispondenti a determinate caratteristiche geniche del maschio.

pavone maschio coda femmina copula

Uno dei meccanismi più noti nella selezione sessuale è quello del pavone (Pavo cristatus) che cerca di attrarre la femmina con la sua lunga coda colorata.

 

 

I diversi meccanismi

Tutto ciò a livello pratico avviene in moltissimi modi diversi, ma principalmente possiamo distinguere i meccanismi di selezione pre-copula e quelli post- copula.

Meccanismi pre-copula:

Meccanismi post-copula:

 


 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *