Una megalopoli di formiche


Il professor Luis Forgi ha pensato di studiare la struttura di un formicaio dall’interno, ricreandone un calco. Una volta individuato un formicaio abbandonato, questo è stato riempito con del cemento. Ci sono voluti diversi giorni perché l’intera struttura sotterranea fosse completamente piena. Un mese dopo, sono iniziati gli scavi, che hanno permesso di rimuovere il terreno e studiare il formicaio a grandezza naturale. Ciò che ne è emerso è stata una fitta e intricata rete di cunicoli e stanze collegate le une con le altre, per un’estensione totale di diverse decine di metri.

Molti entomologi descrivono infatti le colonie di insetti sociali (come le formiche) “super organismo”, proprio per sottolineare il fatto che i diversi componenti della colonia organizzano e coordinano il lavoro quasi come fossero un unico organismo.

 
 

 

#ArticoliPunteggiati è una raccolta di contenuti 
brevi e adatti a un rapido consumo.

 

 


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *