Cripto ovulazione: perché Homo sapiens non mostra l’estro


Molti animali, ma in particolare gli uccelli, mostrano caratteri o parti del corpo molto colorate per attrarre la propria partner. La coda del pavone è forse l’esempio più noto e più affascinante (tanto da essere scelta come logo per questo sito). Molti maschi puntano sui colori, come il pavone appunto, altri su particolari forme o disegni (come questo uccello del paradiso) e altri ancora su combinazioni delle due cose.

Non solo i maschi però attirano le femmine. Sebbene siano più rari, in certi casi sono le femmine a indicare ai maschi la loro disponibilità per l’accoppiamento. Questo accade tipicamente nei mammiferi placentati, che nel momento dell’estro perdono piccole quantità di sangue. Basti pensare agli animali domestici come cani e gatti, che nel periodo del calore hanno piccole perdite ematiche (che non hanno nulla a che vedere con le mestruazioni umane!).

Con l’eccezione di Homo sapiens, l’estro è più o meno evidente in quasi tutti i primati. I casi più curiosi sono però quelli dei babbuini e dei macachi, dove è impossibile non notare le femmine nel periodo dell’ovulazione, a causa di evidenti modifiche anatomiche e strutturali.

macaco_estro_ovulazione_calore_macaques-in-estrous

In Homo sapiens però l’estro, e l’ovulazione, non sono in alcun modo segnalati da parte della femmina. Questo fenomeno, chiamato cripto ovulazione (ovulazione nascosta), genera necessariamente due conseguenze:

  • Il maschio, non sapendo quando la femmina sta ovulando, è costretto ad accoppiarsi continuamente con lei, se vuole assicurarsi la prole.
  • La femmina, dal canto suo, si assicura che il maschio stia con lei un tempo superiore al singolo rapporto.

Quale potrebbe essere il significato evolutivo di tutto ciò?

Un uomo può generare prole con pochi ml di liquido seminale e un paio di minuti del suo tempo. Per una donna servono 40 settimane (più recupero), una decina di Kg del suo corpo, una discreta quantità di sangue e altri fluidi e un insieme di sintomi, dolori, disagi non indifferenti.

Il biocosto e l’investimento necessario alla riproduzione è estremamente diverso nei due sessi, ed è estremamente spostato verso la femmina. È ragionevole pensare quindi che la cripto ovulazione sia una tecnica selezionata positivamente nel corso dell’evoluzione proprio perché in grado di favorire rapporti sociali più duraturi all’interno della coppia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *